logo fondazione sirio

La Fondazione costituita nel 1967 inizialmente portò il nome di Pro Malati di Casvegno, riprendendo le attività dell’omonimo Comitato creato nel 1949 da alcuni operatori dell’allora Ospedale neuropsichiatrico cantonale (ONC), oggi confluito nell’OSC.
Nel 1992, alfine di eliminare qualsiasi riferimento alla malattia, la Fondazione assunse la nuova denominazione di Sirio.
Le prime attività, inizialmente modeste, erano rivolte ad interventi particolari nell’ambito della gestione del tempo libero dei pazienti: acquisto di materiale, organizzazione di gite e vacanze.
Nel 1961, il Comitato si fece promotore dell’apertura del Bar del Centro sociale, ora gestito dalla Fondazione.
Con l’entrata in vigore della Legge sull’assistenza sociopsichiatrica (LASP) nel 1985, l’azione della Fondazione si precisò ulteriormente: nel rispetto della nuova Legge ed in risposta alle nuove esigenze sociali ed ai bisogni che scaturirono dalle più recenti modalità di presa a carico dei pazienti, emerse per la Fondazione l’esigenza di sviluppare una politica finalizzata a promuovere e realizzare una serie di attività che, per ragioni diverse, non potevano e non possono essere previste e finanziate direttamente dallo Stato.
Nel 1984, venne deciso il finanziamento del primo appartamento protetto a Mendrisio per pazienti dimessi dall’ONC. Seguì, nel 1986, un aiuto finanziario alla ristrutturazione della sede del Club Andromeda di Lugano-Viganello, club che proponeva attività di sostegno del malato psichico al di fuori dell’ONC. La Fondazione prosegue queste attività ancora oggi con l’apertura di altri appartamenti protetti su tutto il territorio cantonale. Nel frattempo, nel 1993, i Club Andromeda sul territorio sono stati ceduti allo Stato e trasformati in Centri diurni (CD).
Nel 1989 la Fondazione creò la Cooperativa Al Frutteto a Gudo ed il Centro Al Dragonato a Bellinzona, servizi che offrono un modello di reintegrazione socioprofessionale a persone in situazione di difficoltà psico-sociali. I due Servizi bellinzonesi sono stati successivamente ceduti; il primo alla Fondazione Diamante (2001) ed il secondo costituendo un ente autonomo: la Fondazione Dragonato (2003), quest’ultima riassorbita dalla Fondazione Sirio nel 2012, al fine di costituire un polo specializzato per la presa a carico di invalidi psichici adulti nel Canton Ticino.
Nell’ambito dell’animazione per gli utenti di Casvegno a cui, oggi come in origine, la Fondazione Sirio contribuisce, va segnalata la fortunata realizzazione del Parco dell’amicizia nel 1988 a cui fece seguito un ulteriore ampliamento nel 1995. Un parco giochi situato poco distante dal laboratorio protetto Bar Centro sociale, proficuo contributo all’apertura di Casvegno al territorio e ad una maggiore interrelazione tra la popolazione e gli utenti dell’OSC.
Nel 1998, anno di festeggiamenti per il Centenario di Casvegno, la Fondazione partecipò attivamente alle attività di commemorazione e finanziò la pubblicazione del libro «Dicono di noi», una raccolta di articoli di stampa nella versione originale che percorrono i primi cento anni di vita di quello che inizialmente veniva chiamato Manicomio cantonale e che si è sviluppato sino a divenire ai giorni nostri l’Organizzazione sociopsichiatrica cantonale che integra anche i Servizi sociopsichiatrici ambulatoriali e semi-stazionari pubblici operativi sul territorio cantonale.
Nel 2006 è stata aperta Casa Sirio a Breganzona, in collaborazione con l’OSC, per rispondere alle esigenza di creare una struttura intermedia per pazienti dimessi dalla CPC o persone con difficoltà particolari, non in grado di inserirsi in modo duraturo nella società senza un adeguato sostegno.
A contare dall’1.1.2012 la Fondazione Sirio ha riassorbito la Fondazione Dragonato di Bellinzona, riprendendo le attività da essa gestite.
A novembre 2013 è stata infine aperta Casa Mistral a Balerna, che ospita 6 utenti con una problematica clinica e sociale rilevante.
Dall’1.1.2017 la Fondazione ha accorpato alle sue strutture anche quelle del Centro San Gottardo (Foyer Alveare di Muralto e Foyer Usignolo di Minusio) gestite fino a quel momento dall’Associazione per la Riabilitazione e Legge naturale (scioltasi in data 31.12.2016).

SEDE LEGALE

Via Agostino Maspoli
6850 MENDRISIO
Tel. 091 816 59 91
info@fondazionesirio.ch

SEDE AMMINISTRATIVA

Via Lugano11
6500 BELLINZONA
Tel. 058 822 12 12
info@fondazionesirio.ch

DONAZIONI

Banca Raiffeisen
Mendrisio e Valle di Muggio
IBAN
CH30 8034 0000 0005 7964 7