logo fondazione sirio

Buongiorno,

Matteo in occasione del mio pensionamento, mi ha chiesto di scrivere la mia storia lavorativa.

Mi ha fatto molto piacere ma poi sono nati mille dubbi, cosa scrivo, come scrivo, ma in fondo mi ha permesso di fermarmi a riflettere su questi anni passati in un lampo. Il primo settembre del 1973 sono entrata nel parco dell'allora ONC, timida, impacciata, ma curiosa di scoprire cosa si nascondesse dietro quelle mura. Il parco, stupendo come è tuttora mi ha accolto nel silenzio totale, Casvegno ospitava circa 900 pazienti, i reparti erano chiusi e nessuno girava nei viali alberati, solo i pazienti che avevano qualche compito, tipo portare i pasti nei reparti con dei grandi carrelli. Destinazione Edera, struttura femminile di circa 100 pazienti. Ho iniziato la scuola della Croce Rossa con il mitico "Dei Cas" Direttore della scuola, per 3 anni ci ha bombardato con gli insegnamenti sulle cure ma la cosa che ci ha insegnato è stato il rispetto per i pazienti e il mantenere i loro diritti. Dopo il diploma ho lavorato fino al 1978, poi il desiderio di ampliare le mie conoscenze infermieristiche mi ha portato a lavorare sul territorio come infermiera del Servizio Aiuto Domiciliare del Mendrisiotto. Ma il primo amore non si scorda mai e nel 1998 sono rientrata in OSC. Dopo 20 anni di assenza ho trovato una grande evoluzione sia nelle cure che nella presa a carico dei pazienti, colloqui dove il paziente poteva discutere di terapia, la riflessione sull'uso della contenzione, nascono équipe specializzate nella presa a carico del paziente acuto. Legati a questi cambiamenti, nasce la presa a carico dei pazienti definiti complessi, pazienti che dal reparto si spostano in un appartamento sopra il Centro Sociale. In seguito nasce Casa Mistral a Balerna, progetto di casa con 6 utenti che permette ai ragazzi di sperimentare con il sostegno degli operatori, infermieri in salute mentale ed educatori una vita in semi autonomia in ambiente di casa, con l'obiettivo di poter avere un appartamento in autonomia. Ringrazio la direzione OSC e la Fondazione Sirio che mi ha permesso di partecipare come coordinatrice alla nascita di questo progetto pilota chi ha dato e continuerà a dare ottimi risultati. Questi anni mi hanno arricchito professionalmente, ma il vissuto emozionale e le relazioni con i ragazzi del foyer è la cosa più importante che ho ricevuto. Da gennaio 2017 inizia un nuovo capitolo della mia vita. Un grande grazie e un saluto a tutte le persone che ho incontrato in oltre 40 anni di servizio. Con tanto affetto saluto i ragazzi di Balerna.

Eliana Untersee,

marzo/aprile 2017

SEDE LEGALE

Via Agostino Maspoli
6850 MENDRISIO
Tel. 091 816 59 91
info@fondazionesirio.ch

SEDE AMMINISTRATIVA

Via Lugano11
6500 BELLINZONA
Tel. 058 822 12 12
info@fondazionesirio.ch

DONAZIONI

Banca Raiffeisen
Mendrisio e Valle di Muggio
IBAN
CH30 8034 0000 0005 7964 7